Dipendenza da farmaci di prescrizione

Sebbene possa apparire poco comune, la dipendenza da farmaci di prescrizione in alcuni paesi è molto radicata. Tra i vari, sono gli Stati Uniti a vedere le più alte percentuali di dipendenti da farmaci soggetti a prescrizione. Un esempio lampante di farmaco da prescrizione è quello degli antidolorifici (painkillers), ai quali si aggiungono gli antidepressivi e gli stimolanti.

Gli antidolorifici sono spesso di tipo oppioide e quindi contengono i principi attivi dell’oppio. Spesso vengono prescritti per il trattamento antidolorifico ma al tempo stesso finiscono per diventare oggetto di dipendenza in quanto il soggetto perde la propria naturale capacità di sopportazione del dolore. Il fatto di poterlo far scomparire subito è una comodità che il soggetto sfrutta e che al tempo stesso lo mette in una condizione di anestesia su tutto il corpo. Questa situazione può creare una condizione di dipendenza molto forte.

Addiction_2

Per quanto riguarda gli antidepressivi e gli stimolanti, sono spesso prescritti per i soggetti che hanno bisogno di qualche aiuto psicologico, soggetti a depressione o a forti stress. Tuttavia, questi farmaci vanno ad agire sull’equilibrio psicofisico del soggetto, con il rischio di trasformare una cura in una vera e propria dipendenza, sia mentale che fisica.